Scozia

Everyone dies, not everyone trully lives

Ore 11.20 partenza da BLQ. Ore 12.35 arrivo a Edimburgo.
Ritiro presso autonoleggio Alamo di una nuova GOLF VII TDi Diesel cambio automatico : la miglior auto che abbia mai guidato.
Dopo i primi 10 minuti di panico totale per la guida dal lato destro della vettura e conseguente corsia di circolazione sul lato sinistro della strada, mi abituo ed è come se avessi sempre guidato così.
Il panorama tra Edimburgo e Invergarry è bellissimo. Paesaggio malinconico dai colori che passano dal giallo all’arancione, fino al verde, passando per tanto marrone. Anche se ha sempre piovuto lungo il tragitto, abbiamo amato la vista. Scopriremo poi, che questo sarà solo il preludio a paesaggi indimenticabili.
Per cena mettiamo nello stomaco una mediocre pizza surgelata nell’unico pub aperto forse in città alle 22.30.

Consiglio: in Scozia si cena presto, consiglio di non arrivare a cena oltre le 21.00 per non rischiare di trovare tutto chiuso.

Commando Memorial : bel monumento in una posizione panoramica. Se passate da qui, potete fermarvi per una brevissima sosta.
Glengarry viewpoint : bellissima vista dall’alto sui laghi e le terre circostanti; presenti anche bovini dal pelo lungo :). Peccato solo per il tempo nuvoloso e con molta foschia.
Invermoriston : bel ponte risalente al 1813. Se siete di strada, potreste fermarvi per una sosta brevissima, il panorama richiama quello delle fiabe.
Unquhart Castle : si trova nei pressi di Drumnadoich. Purtroppo siamo arrivati oltre gli orari di apertura e l’ingresso alle rovine era già chiuso. Da fuori si apprezzano davvero poco le rovine.
Ore 20.30. Arrivo ad Inverness.
Sandwood B&B : Eccellente. La coppia di proprietari è squisita, la colazione abbondante e variegata. La nostra camera era superlativa, con un lettone kingsize, doccia enorme. Voto 10 e lode.

Ore 9.00 Partenza da Inverness
Dunrobin Castle : 11£
Molto bello da fuori, ma se non entri non puoi ammirare la maestosità dei giardini e degli interni. C’è poi un museo annesso in cui sono esposti trofei di caccia e pietre antiche. Di cattivo gusto la testa e collo di una giraffa che ti accoglie sulla soglia, così come le zampe di elefante cave, modellate per essere dei porta ombrelli.
Ore 13.15 Duncansby Head
Spettacolari panorami di formazioni rocciose a strapiombo sul mare. La guida dice che dopo 15 minuti di cammino vedi la Head. In realtà il panorama è godibile fin da subito e si può camminare per tanto tempo in quanto ovunque si guardi è una meraviglia.
Ecco perché passiamo 1h15min a zonzo per questo incantevole luogo. Merita una sosta di almeno 1h. Ripartenza alle 14.45.
Ore 15.05 arrivo a Dunnet Head
Da vedere c’è il viewpoint dall’alto di una brevissima salita e il Dunnet Head è a 20 passi dal parcheggio. La sosta è breve. E’ carino ma non paragonabile a Duncansby Head.
Ore 15.20 Dunnet Bay
Bella spiaggia, peccato per la pioggia che ci ha costretto a proseguire senza fermarci a lungo. Merita una visita.
Thurso : città di passaggio ben curata, in cui ci siamo fermati per una breve sosta e per scattare una foto alla cattedrale.
Rispond Bay : dovrebbe essere questo il nome anche se non ne siamo certi al 100%.
Ci siamo fermati innumerevoli volte prima di giungere a Durness, per ammirare e fare alcune foto ai panorami di spiagge e scogliere eccezionali.
Ore 19.10 Sango Bay
Tappa assolutamente imperdibile. Noi siamo stati molto fortunati suppongo, in quanto aveva appena cessato di piovere e il sole sbucava dalle nuvole, regalandoci un tramonto mozzafiato su uno dei luoghi più belli che abbia mai visto.
Ci siamo dedicati alla fotografia per una buona mezz’ora e ci siamo ghiacciati ben bene causa vento forte.
Poco più avanti si trova Balnakeil, con la spiaggia denominata Faraid Head, carina e vicinissima al parcheggio ed ad un cimitero praticamente sul mare. Trascurabile onestamente.
Successivamente, per raggiungere Kinlochbervie, ci aspetta una lunga strada disseminata da pecore ai lati della strada, che per lunghi tratti è ad una sola corsia.
Arrivo alle ore 21.15, quando è già ormai buio pesto troviamo il B&B grazie ad una gentile coppia di signori che ci offrono indicazioni vista la nostra esitazione nel mezzo del paesino.
Ad accoglierci ci sono i due coniugi, i quali ci propongono la cena, dato che tutto intorno è già chiuso qualsiasi ristorante/pub. La cena a base di sandwiches e zuppa calda ci voleva proprio, e peraltro era squisita. Andiamo a letto stanchissimi ma altrettanto soddisfatti della giornata.

Colazione regale al n°125 Kinlochbervie B&B e gentilissima accoglienza. Alle 8.25 si parte.
Piove forte, dunque la famosa spiaggia che si raggiunge dopo una camminata di un paio d’ore, Sandwood Beach, a malincuore dobbiamo saltarla. Peccato che nei dintorni non ci sia molto da fare e bisogna essere fortunati con il tempo atmosferico.
Ci dirigiamo dunque verso Ullapool.
Prima di arrivare ad Ullapool ci siamo fermati più volte per qualche foto.
Uno dei posti in cui ci siamo fermati più tempo è l’ Ardvreck Castle, una rovina di un castello sulle sponde di un lago. Passiamo circa 30 minuti in questo luogo incantevole e imprevisto. Durante tutte le soste abbiamo sempre sofferto un gran freddo, pioggia ed umidità.
Ore 11.15 arrivo a Ullapool.
Carina città sul mare. Una brevissima sosta anche per gustarci un bellissimo sole caloroso quanto inaspettato.
Ore 13.45 Arrivo a Eilean Donan Castle
La sosta al castello è stata piuttosto lunga poiché ci siamo riparati da una pioggia incessante. La vista del castello dalla strada è molto suggestiva. Gli interni invece non ci sono piaciuti. Si può attraversare il ponte per arrivare al castello solo se si paga il biglietto di ingresso al castello/museo. Suggerimento: se hai una fotocamera con un buon teleobiettivo, fai le foto dal parcheggio, e questo ti potrebbe bastare. La visita degli interni secondo noi non ne vale la pena.
Ore 15.50 Ripartenza dal castello.
Sligachan Old Bridge : bel ponte suggestivo dove filmano spot pubblicitari e dove si celebrano matrimoni. Litighiamo con la pioggia ma riusciamo a vedere sia il ponte sia le Sligachan Waterfalls che si trovano a 10 minuti di distanza dall’Old Bridge, seguendo un percorso non indicato ma intuibile se riesci a scorgere un piccolo ponte di legno verso le montagne. Non è una tappa imperdibile a mio parere.
Soddisfatti delle foto ci dirigiamo verso le famose Fairy Pools. Dopo circa 20 minuti di strada sterrata arriviamo al parcheggio dal quale partire per l’escursione.
Impieghiamo circa 20 minuti per raggiungere la cima delle Pools e sotto una pioggia snervante torniamo indietro, tutti inzuppati. Il percorso è fangoso e scivoloso in certi punti, perciò bisogna fare attenzione. Lo spettacolo delle cascate e il panorama circostante è davvero mozzafiato. E lo è anche se ha piovuto tutto il tempo, facendoci gelare le ossa.
Arriviamo sulle 20.40 allo Skye Haven B&B che si trova poco prima di raggiungere il centro di Portree.
Per cena andiamo al Sea Breeze in centro città dove mangiamo veramente bene: zuppa del giorno con pomodoro, verdure e frutti di mare, un piatto di ostriche, e un piatto gigante di cozze. Cena eccellente.
Tornando alla sistemazione per la notte, i primi giudizi sul B&B non sono positivi. All’arrivo, il proprietario ci comunica che a causa di un errore di Booking, la stanza che abbiamo prenotato è occupata. Quindi, senza alcun preavviso, ci propone una stanza Twin con bagno esterno e vista su un muro nel retro. In pratica non ci lascia altra scelta, anche perché le disponibilità del luogo sono limitate e peraltro a quell’ora era piuttosto improponibile andare alla ricerca di un altro luogo per la notte. Accettiamo con delusione l’unica soluzione rimasta, rimanendo comunque perplessi sul fatto che non ci abbiamo avvertiti prima della mancata disponibilità della stanza che avevamo richiesto. Al rientro dalla cena, il proprietario non aveva ancora acceso il riscaldamento in camera e nel bagno, peggiorando ulteriormente i nostri giudizi sulla struttura. Letto con materasso troppo morbido, bagno scomodissimo, colazione abbondante.

Arrivo alle 10.10 presso l’ Old Man of Storr, tappa imperdibile.
Iniziamo la scalata nonostante la pioggia e vento incessanti., come del resto fanno tutti i turisti. In Scozia non puoi fare troppo caso alle condizioni atmosferiche, sei in grado di assistere a tutti i tipi di condizioni atmosferiche anche durante la stessa giornata.
Ritorniamo in auto alle 11.35 dopo una faticosa in salita all’andata e un altrettanto faticosa discesa al ritorno. Siamo entrambi fradici.
Ore 12.10 arrivo alle Lealt Falls
Le cascate sono sulla strada per Staffin, non puoi mancarle. Una breve sosta facendo pochi passi, per ammirare il panorama.
Ore12.50 Ripartiamo
Ore 13.10 Arrivo a KiltRock
Famosa cascata diretta sull’oceano. Il vento è fortissimo e rende tutto molto più freddo.
Ore 13.30 Ripartenza.
Ore 14.20 Arrivo al Quiraing
Arriviamo nel luogo di destinazione dopo aver sbagliato tragitto. La strada per raggiungere i parcheggi non è ben definita, è una piccola deviazione semi-sterrata verso Staffin provenendo da Portree. Questa deviazione si trova dalla parte opposta della Baia.
Che soddisfazione non aver smesso di cercare la strada per raggiungere questo luogo magnifico. Paesaggi spettacolari, un sole caloroso, una tappa indimenticabile del viaggio, personalmente la mia preferita. Consiglio: se potete fermatevi anche più tempo ed esplorate la zona con calma.
Ore 15.40 Ripartenza per Dunvegan
Vogliamo visitare il castello o vederlo da fuori ma siamo già fuori gli orari di entrata e non troviamo un bel punto da cui vedere il castello.
Ripartiamo per la prossima tappa di giornata.
Ore 17.45 Arrivo al parcheggio per l’escursione alla Coral Beach
E’ una bellissima e semi sconosciuta spiaggia dai colori caraibici, con fine sabbia bianca e acqua trasparente. Merita sicuramente una visita. Per arrivarci, prendi la strada dal parcheggio che a piedi in circa 30 minuti ti permette di raggiungere la spiaggia. Tieni conto che non ci sono segnali e il percorso non esiste, in quanto è pieno di acquitrini e fango. Consiglio di portare scarpe adatte al terreno e mantenersi il più possibile vicino alla costa quando si perdono le tracce per la spiaggia. Ad un certo punto il sentiero sale sulla destra, mentre dovrete proseguire sulla sinistra seguendo la costa. La spiaggia sarà visibile solo dopo 20-25 minuti di percorso.
Ore 18.50 Ripartenza
Arriviamo in fretta e furia all’ultimo punto della giornata, ovvero il Neist Point Lighthouse, ed arriviamo giusto poco prima del tramonto.
Uno spettacolo eccezionale, ne siamo estasiati ed elettrizzati. Dal parcheggio si sale a destra su una collina acquitrinosa. Ci siamo completamente infradiciati fino a metà gamba, ma la vista ci ricompensa di tutti gli sforzi e sofferenze.
Per la cronaca, ci vogliono 5-10 minuti per salire fino ad un buon punto dove poter osservare il Neist Point con faro annesso. Vedere tutto ciò al tramonto in una giornata mite è un’emozione unica. Consiglio: arrivare con un certo anticipo sull’ora del tramonto così da visitare anche la parte del faro, lontano dal punto di osservazione.
Ritorniamo a Portree per cena dove torniamo al See Breeze per cenare con un’ottima calda zuppa di pesce; un risotto al formaggio, calpestante e funghi e un filetto di salmone su un letto di noodles alla soya e verdure.
Ritorniamo in hotel ed ancora abbiamo la delusione di trovare il riscaldamento spento. Dobbiamo dunque di nuovo tornare a chiedere ai proprietari di accenderli. Decisamente non un comportamento professionale visto peraltro quanto costa il soggiorno e alla luce di quanto successo precedentemente.

Reminder: per le escursioni presso l’Old Man of Stor vestire pantaloni e giubbotti tecnici impermeabili !! Vento fortissimo in vetta.

Ore 10.00 Partenza da Portree direzione Armandale per prendere il traghetto.
Ore 10.10 siamo al porto di Armandale e riusciamo ad imbarcarci per la partenza delle 10.30 verso Malloig senza aver prenotato prima.
Ore 11.00 sbarchiamo e proseguiamo per raggiungere il Glenfinnan Viaduct , dove arriviamo per le 12.10.
Carina la vista del ponte e del monumento nella zona circostante. Consiglio: tappa non di certo imperdibile, fermarsi solo se si ha molto tempo a disposizione, altrimenti meglio concentrarsi su altre attrazioni.
Alle 13.35 ripartiamo.
Passaggio per Callander, ed in particolare presso le Bracklin Falls . Dal parcheggio sono necessari 10 minuti di camminata. Da vedere solo se di passaggio, altrimenti sono trascurabili.
Stop a Falkirk per vedere The Kelpies , una strana struttura la cui attrazione principale sono due enormi teste di cavallo di metallo. Costo 0£. Merita il passaggio.
Ritorno all’aeroporto di Edimburgo proprio pochi minuti entro l’ora concordata per la consegna dell’auto a noleggio.
Prendiamo il tram per il centro città e a piedi raggiungiamo il B&B. Molto carino ma anche qui purtroppo il bagno è esterno e minuscolo, seppur riservato a noi.
La cena veloce la consumiamo da Cafè Piccante in Braughton St. con un classico Fish & Chips buono ed abbondante. Ottima soluzione per i nottambuli dato che dopo le 22.00 i ristoranti chiudono.

Colazione molto buona, proprietario molto disponibile. Posizione ottima in una bella zona tranquilla.
Come prima cosa della mattinata abbiamo provato a seguire il Free Walking Tour della città, a cui ho già partecipato nelle altre città del mondo, ma siamo stati costretti ad abdicare dopo circa 1h per noia e per un intrattenimento davvero poco interessante.
Dopodiché abbiamo deciso di visitare l’Edinburgh Castle, pranzando nel caffè al suo interno. Vale la pena la visita. Purtroppo quando ci siamo andati, era sovraffollato.
Abbiamo poi visto il Parlamento e il Palace of Hollyrood House dall’esterno.
Dall’altro lato della collina , il Nelson Monument, una torre alta 143 gradini, non ci ha regalato le emozioni aspettate. Calton Hill invece, nel complesso è una zona molto piacevole. Lo Scott Monument è imponente alla vista, peccato che non venga illuminato di notte. Dopo esserci cambiati in Hotel, siamo andati a cena da Smoke Steak, uno splendido locale che offre un ottimo menu, di cui la carne fa da regina. Concludiamo a serata al The Jazz Bar , su Chamber Street, un locale cult per il genere.

Smoke Steak
  • Calamari Rings con una salsa deliziosa
  • 10oz Stirlion Steak con baby potatoes e pepper sauce

Alle ore 10.00 siamo al National Museum of Scotland. Merita una visita di almeno un paio d’ore.
Greyards : il cimitero tanto pubblicizzato, non ci è piaciuto. In fondo è pur sempre un cimitero: sconsigliato.
Scotch Whyskey Experience : museo e tour degustazione nel cuore di Edimburgo: molto carino, assolutamente consigliato. Noi abbiamo scelto il “Siver Tour”, con la possibilità di 1 assaggio di Whiskey durante il tour. Io poi ho fatto l’Upgrade al “Golden Tour”, facendo altri 4 assaggi. Molto interessante la spiegazione, sconsigliato agli astemi.
Subito dopo abbiamo pranzato al ristorante annesso, ovvero l’ Amber . Il pranzo è stato eccellente, con un antipasto di tapas (5) condiviso in due e un piatto a testa di prodotti di pesce, tra cui: salmone marinato, salmone affumicato, gamberetti lessi da intingere nella slam a parte, insalata, e un pesce simile alle alici marinate, il tutto accompagnato da pane ai cereali. Tutto squisito.
Ad ogni modo se prevedete di assaggiare 6 whiskey come ho fatto io, non programmate cose impegnative nell’immediato.. potreste essere un pò provati! 😃
Ci dirigiamo alla fermata del bus 37, direzione Rosslyn Chapel.
Veramente deludente la visita alla chiesa, al costo di 9£. La fregatura è che non è consentito scattare foto. La chiesa in sé per sé è piccola, bella negli ornamenti ed esterni, tuttavia non vale la pena fare 40min di bus per vederla. Si perde troppo tempo, è una chiesa sopravvalutata poiché pubblicizzata dal Film “Il Codice Da Vinci”.
Per il resto del pomeriggio abbiamo vagato per il centro della città, in cerca di souvenir. Anche nelle stradine parallele alla Royal Mile ci sono un sacco di negozi carini, ma attenzione perché chiudono tutti relativamente presto. Un’altra cosa su cui fare attenzione è il prezzo dei souvenir, decisamente sovrapprezzati.
La cena la passiamo anche stasera presso Smoke Steak. Prepariamo le valigie e alle 4.00am arriva il taxi a prenderci al B&B e con 19£ ci porta in Aeroporto in 20 minuti.